top of page

29 Marzo 2022


Roma. Disputate sabato e domenica scorsa sul circuito del Mugello le due combattute manche del primo appuntamento con il campionato Topjet F2000.


Sabato la vittoria in manche 1 ha arriso a Paolo Brajnik, partito dalla pole sulla Superformula Dallara F320. Il portacolori della ASU NV Racing è stato seguito sul podio dal campione Topjet 2021 Bernardo Pellegrini su Dallara F313 e dal vice campione Dino Rasero alla prima uscita su una nuova Dallara F.320. Francesco Atzori è il primo vincitore della F 2.0 Cup, nuova serie riservata alle Formula Renault, davanti a Stefano Palummieri ed Edoardo D’Amicis.


Gara 2 è stata movimentata da due ingressi di safety car ed è stata decisa a tavolino dai Commissari Sportivi che hanno assegnato la vittoria a Benjamin Berta, con Renato Papaleo secondo e la new entry Sebastien Bancherau terzo con il successo di classe F3 AM. Bernardo Pellegrini, primo sul traguardo, è stato infatti penalizzato di 10" per una procedura di ripartenza dietro alla Safety Car non conforme. Quarto un arrembante Dino Rasero risalito dal fondo del gruppo dopo un testacosa. Brajnik, vincitore di gara 1, è invece uscito di scena

Nella F.20 Cup pronto riscatto di Sartori davanti a Palummieri e Atzori.

Prossimo appuntamento a Monza il 23 e 24 aprile


______________________________________________________________________________

(Comunicato privo di valore regolamentare a cura della redazione ACI Sport, mauro_de_zordo@csai.aci.it)


ErregìMedia S.r.l. - Cel: +39 347 4000373 - E-mail: info@erregimedia.com

0 visualizzazioni

28 Marzo 2022



Colpi di scena a mai finire nel secondo atto del round che ha inaugurato la stagione 2022: fuori pista di BrajniK vincitore di gara 1, Rasero costretto al recupero dalla coda del gruppo, due ingressi della Safety Car l’ultimo dei quali è stato determinante per l’assegnazione della vittoria a Berta, dopo che Pellegrini aveva tagliato per primo il traguardo. Nella F.20 Cup pronto riscatto di Sartori davanti a Palummieri e Atzori. Inatteso epilogo del primo round Topjet F2000 e F.20 Cup sul circuito del Mugello. Gara 2 infatti è stata caratterizzata anche dopo l’arrivo da grande incertezza. In partenza il vincitore di gara 1, Paolo Brajnik su Dallara F.320 ha preso il comando con Bernardo Pellegrini su Dallara F.313, che è rimasto nella sua scia davanti all’ungherese Benjamin Berta e a Renato Papaleo anche loro alla guida di Superformula. Problematico invece l’avvio di Dino Rasero con la nuovissima Dallara F.320 che, a causa di un un testa-coda procurato da un contatto di gara, è scivolato in fondo al gruppo, costringendo il pilota milanese ad una notevole rimonta. Un ulteriore colpo di scena ha visto protagonista proprio il leader di quel momento Brajnik, autore a sua volta di un’uscita con insabbiamento “alla’arrabbiata”. Sembrava fosse il via libera per Pellegrini, ma le due ripartenze dopo la Safety Car sono state davvero insidiose, al punto che dopo un nuovo contatto di gara fra i piloti della classe F.3 Pro Patrick Bellezza e Oren Shibi, la procedura ha generato incertezza per l’imminente bandiera a scacchi. Classifica quindi sub judice con l’unica graduatoria certa per la F2.0 Cup, la serie riservata alla Formula Renault in cui a trionfare è stato Karim Sartori, dopo un inizio molto combattuto con Francesco Atzori e Stefano Palummieri, poi giunti in ordine invertito.





A seguito delle decisioni post gara, la vittoria è stata assegnata a Benjamin Berta, secondo Renato Papaleo e terzo la new Entry Sebastien Bancherau che ha colto il successo di classe F3 AM. Quarto un arrembante Dino Rasero risalito dal fondo del gruppo.


La decisione dei giudici sportivi è stata una penalizzazione di 10 secondi comminata a Bernardo Pellegrini, che aveva tagliato per primo il traguardo, reo di aver effettuato una procedura di ripartenza dietro alla Safety Car non conforme.


Tornando alla cronaca agonistica risaltano i duelli fra Berta e Papaleo, come l’acuto di Sebastien Banchereau, nonché il capolavoro di Rasero.


Il giovane Benjamin Berta ha così colto il suo secondo successo dopo Vallelunga 2021 dimostrando grande maturazione e una buona capacità di ottimizzare il mezzo fra Gara 1 e Gara 2.


Papaleo a fine gara ha dichiarato : “lottare con un ragazzo di 18 anni per me che ne ho tanti di più è divertente ed è un grande stimolo ma al Mugello è davvero difficile sorpassare e quindi sono soddisfatto del piazzamento e dei tanti punti presi in campionato”.


La menzione per Banchereau ci stà tutta, per un podio nato da situazioni particolari ma indubbiamente meritato per il talento del pilota SUD Motorsport, capace di riuscire a portare una Dallara F.308 ai vertici, al debutto nel Top jet F.2000.


Soddisfazione evidente per quanto fatto nelle parole di Rasero: è stata una gara incredibile – ha dichiarato l’alfiere della Puresport - quando ho subito il contatto sul posteriore ho pensato che la gara potesse finire lì, ma non avendo la vettura riportato problemi mi sono lanciato alla rincorsa dei primi facendo un numero incredibile di sorpassi, due dei quali nel corso dell’ultimo giro e se ci fosse stato qualche metro in più avrei agguantato il podio. Nel complesso sono contentissimo del risultato in ottica campionato”.


Per quanto riguarda la classe Pro si è ripetuta la classifica di gara 1 con il bresciano Andrea Benalli davanti con la sua Dallara F.309 rispetto a Franco Cimarelli a corto di cavalli nel propulsore della sua F.312 assistita dal Facondini Racing. Il pesarese ha comunque annunciato l’arrivo per Monza di un nuovo motore che gli permetterà di entrare in Superformula.


Appassionante la sfida fra i piloti della Formula Renault giunte all’arrivo nell’ordine Sartori (Speed Motor) Palummieri (PML Racing) e Atzori (Derva Corse)


“E’ stata una bella gara - ha commentato il vincitore della F2.0 Cup Sartori – sono partito nono e alla prima curva ero già sesto, anche se poi ho ceduto un paio di posizioni alle più potenti F.3. Ho visto i miei avversari che si avvicinavano parecchio, soprattutto Atzori che nelle parti lente del tracciato era vicinissimo perché ho riscontrato un problema al cambio che mi saltava alcuni rapporti in scalata. Comunque non ho fatto nessun errore ed è andata bene”.


Palummieri ha fatto un bilancio positivo delle due gare,: “due secondi posti e penso il giro veloce in gara 2, sono più che soddisfacenti – ha dichiarato – quindi, il weekend si è chiuso al primo posto della classifica ex aequo con Atzori; tra l’altro in evidente miglioramento fra gara 1 e gara 2 dopo che abbiamo risolto i problemi che ci avevano rallentato da giovedì. Avevamo un buon ritmo e forse avremmo potuto puntare al successo perché giravamo più veloci degli altri, complessivamente un grande divertimento”.


Anche Atzori è stato soddisfatto del risultato. “E’ andata bene, sarebbe potuto andare ancor meglio perché perdere il secondo posto sul traguardo è stato davvero un peccato ma va bene cosi, bottino quasi pieno e quindi non ci lamentiamo assolutamente, pensiamo già a Monza”



Scorrendo la classifica assoluta spicca il piazzamento ancora in top ten di Solfaroli con la seconda Dallara F.308 Fiat del Facondini Racing e primo in F3 AM, davanti a Sergio Terrini in miglioramento con la F.308 della Twister Italia. Seguono Salvatore Marnaro del Sud Motorsport e il debuttante Daniele Radrizzani anche lui assistito dal Facondini Racing, secondo e terzo di classe F3 AM e ancora Edoardo Bonanomi su F.3 Mygale gestita da Team Automobili Tricolore, Jean Luc Neri su F.311 del Sud Motorsport, Edoardo d’Amicis della Speed Motor e Stefano Noal della Derva Corse con la quarta e la quinta delle Formula Renault. A chiudere la graduatoria, Umberto Vaglio con la F.308 dell’ ASD Living.


Prossimo appuntamento col Topjet f.2000 e con la F2,.0 Cupa a Monza il 23 e 24 Aprile.







ErregìMedia S.r.l. - Cel: +39 347 4000373 - E-mail: info@erregimedia.com

0 visualizzazioni

26 Marzo 2022



Il portacolori della ASU NV Racing ha trionfato sulla Dalla F.320 nel primo atto del round che ha inaugurato la stagione 2022 del Topjet F2000 davanti a Bernardo Pellegrini e a Dino Rasero. Francesco Atzori è il primo vincitore della F 2.0 Cup, nuova serie riservata alle Formula Renault. Grande attesa per le nuove sfide di gara 2 in programma domani alle 17.30 con la durata di 25 minuti + 1 giro. Diretta TV assicurata su MS Motorsport (229 sky) e streaming sui social dedicati. Emozioni e spettacolo sul circuito del Mugello per l’esordio stagionale del Topjet F 2000 e della F.2.0 Cup. Il primo acuto è stato dell’esperto pilota friulano Paolo Brajnik che dopo la pole di ieri ha trionfato alla guida della Superformula Dallara F320 in gara 1 davanti al campione Topjet 2021, il veronese Bernardo Pellegrini su Dallara F313 e al vice campione milanese Dino Rasero alla prima uscita su una nuova Dallara F.320 Nella F 2.0 Cup Formula Renault il successo è andato a Francesco Atzori, seguito da Stefano Palummieri e Edoardo D’Amicis Il campionato promosso e organizzato dal pluri campione di Rally Piero Longhi si è presentato subito esaltante con una griglia di partenza molto nutrita e di alto livello, nonostante alcune defezioni dell’ultima ora per sopravvenuti problemi tecnici ad alcune vetture nel pre-gara. Al via è stato l’alfiere della Ht Powertrain Bernardo Pellegrini a scattare per primo dalla seconda casella della griglia davanti a Brajnik insidiato dal velocissimo Renato Papaleo con il serpentone alle spalle che si è via via allungato. Nei primi due giri Brajnik ha preferito riscaldare le gomme prima di lanciare l’attacco a Pellegrini che ha provato a resistere fino a quando ha potuto. Il sorpasso ,arrivato dopo un paio di tentativi, è stato avvincente ed entrambi i piloti sono stati molto bravi ad evitare il contatto, in considerazione della superiorità manifesta della vettura di Brajnik che da quel momento si è involato verso il traguardo. Alle loro spalle si è intanto accesa la sfida fra Papaleo, Rasero e Benjamin Berta tutti con le Superformula e Andrea Benalli autore di una bella gara sin dalle prime battute sulla Dallara F.309 di classe Pro. Intense anche le sfide far i piloti della F2.0 Cup che in questa fase della gara ha visto il predomino di Karim Sartori, poi costretto ad alzare bandiera bianca per un problema tecnico. Nel corso della sua cavalcata vincente Brajnik ha stabilito la migliore prestazione in gara col tempo di 1’40”198. ed è giunto sul traguardo con un vantaggio di oltre 15 secondi su Pellegrini. Bella la terza piazza di Rasero, che giro dopo giro ha migliorato le sue prestazioni fino a raggiungere e sorpassare il pur Bravo Papaleo. Il vincitore a fine gara ha dichiarato: ”Purtroppo qualche problema di frizione ha causato lo scivolamento in partenza della mia vettura che mi è costato la perdita della posizione. Tra l’altro qui al Mugello non è semplice sorpassare, per cui ho preferito temporeggiare per evitare qualsiasi complicazione. Poi ho preso un vantaggio sufficiente, che mi ha permesso di gestire il consumo di gomme davvero evidente all’anteriore. Sono comunque contento di quanto fatto e guardo con ottimismo alla gara di domani” Pellegrini secondo al traguardo ha dichiarato: “ ho fatto tutto quanto nelle mie possibilità e della mia vettura; siamo riusciti a prendere il via davanti e a resistere un po’ agli attacchi di Brajnik che dispone di una Dallara più evoluta rispetto alla mia, per cui va bene così soprattutto in ottica campionato. Domani partiremo davanti noi , ma penso che nelle stesse condizioni l’andamento di gara 2 possa essere simile”. Soddisfatto si è detto anche Dino Rasero che ha fatto in gara un gran recupero partendo dalla sesta casella della griglia. “Purtroppo per via del traffico - ha dichiarato - non sono riuscito a ottenere dei buoni tempi in qualifica rimanendo nelle retrovie dello schieramento. In gara però ho preso un bel ritmo e ho affondato alcuni sorpassi che mi hanno consentito di agguantare il podio. Negli ultimi giri i miei tempi erano molto vicini a quelli dei primi due. Domani sarà altrettanto dura perché partirò addirittura settimo, ma sono convinto di poter ripetere il recupero”. “Per me il rientro alle gare - ha dichiarato Renato Papaleo quarto sul traguardo - è stato comunque molto positivo, in considerazione delle caratteristiche del Mugello. Riprendere qui dopo 5 mesi di inattività è stato davvero faticoso, sono quindi soddisfatto della mia prestazione”. Sebasien Banchereau dopo le ottime qualifiche si è confermato il migliore della classe classe F3 Am chiudendo al nono posto della assoluta.





Scorrendo la classifica risaltano il quinto posto assoluto di Andrea Benalli che ha colto il successo di classe F3 PRO e il settimo di Franco Cimarelli che ha portato la prima delle F.308 del Facondini Racing al secondo posto della classe PRO in attesa di un propulsore nuovo per ambire a prestazioni ancora più di spicco.


Sesto invece il giovane ungherese Benjamin Berta, che potrà sin dalla gara di domani cercare di migliorarsi ottimizzando le performance della sua Dallara F.317


Ottavo assoluto e dominatore della classe Pro/AM davanti a Umberto Vaglio è stato Francesco Solfaroli.





Completa la TOP TEN Francesco Atzori che è il primo vincitore della neonata F2.0 Cup, riservata alle Formala Renault. “Sono contento – ha dichiarato- il pilota della Derva Corse di questo esordio nella nuova serie. Dopo alcuni problemi nelle libere e in qualifica, la gara è stata invece davvero entusiasmante. Partenza fantastica tutta in recupero su Sartori che purtroppo ha avuto un cedimento tecnico compromettendo la possibilità di un bel duello al vertice. Competere con vetture uguali e quindi con simili prestazioni è un grande stimolo, sono riuscito a cogliere al meglio questa grande opportunità di successo”


Volata per il secondo posto della serie cadetta con Stefano Palummieri che l’ha spuntata rispetto a Edoardo D’Amicis a completare il podio tutto di classe Open, in quanto alla gara sono venuti a mancare entrambi i protagonisti della classe ligt Francesco Turchetto e Simone Padovani alle prese con problemi tecnici del Pre Gara.


Chiudono la classifica generale i due piloti della classe F3/AM Daniele Radrizzani e Jean Luc Neri giunti nell’ordine sul traguardo.


Gara 2 è in programma domani alle 17.30 con la durata di 25 minuti + 1 giro. La diretta TV sarà su MS Motorsport (229 sky) e streaming sui social dedicati.








ErregìMedia S.r.l. - Cel: +39 347 4000373 - E-mail: info@erregimedia.com

0 visualizzazioni
bottom of page