16 Maggio 2021



Autodromo Umbria Magione Formula X Italian Series Motorsport Italia ACI CSAI

Grande spettacolo sul circuito di Monza al primo atto stagionale della TOPJET FX2000



Esordio stagionale in grande stile per il campionato TopJet FX2000 Formula Trophy, andato in scena nel primo ACI Racing Weekend disputatosi sull’Autodromo Nazionale di Monza. La serie organizzata da Piero Longhi e Luca Panizzi, che da quest’anno unisce a tutti gli effetti le due “anime” rappresentate dalla F2000 e dalla Formula X, ha portato in pista nel round inaugurale oltre quaranta iscritti, ospitando anche la serie austriaca Drexler.


L’appuntamento sul circuito brianzolo della TopJet FX2000 Formula Trophy ha regalato due manche ricche di spettacolo, che hanno visto i protagonisti sfidarsi in condizioni climatiche variabili e portando in pista uno schieramento di monoposto assai variegato. Ad imporsi nella classifica assoluta, dopo aver realizzato la pole position in qualifica, è stato l’alfiere del team HT Powetrain Bernardo Pellegrini. Il veronese si è aggiudicato entrambe le manche in programma precedendo in gara-1 Renato Papaleo e il vincitore della serie Drexler, Sandro Zeller. Nella seconda prova, lo stesso Pellegrini ha avuto la meglio sul giovane Francesco Simonazzi al termine di un’emozionante bagarre, che lo ha visto prevalere sul pilota del BVM Racing per poco più di 1″, mentre ad aggiudicarsi il terzo gradino del podio è stato Andrea Benalli.


Nella graduatoria riservata alla categoria FX2, perentoria doppietta per Salvatore Liotti, il quale ha dominato con la Formula Abarth del G_Motorsport precedendo in entrambe le manche Francesco Solfaroli, Gianluigi Palego, Stefano Palummieri e Mattia Roccadelli. Nella classe FX2 Open ad imporsi è stato Liotti segito da Palego e Stefano Palummieri. Per quanto riguarda la classifica Formula Renault 2.0 a trovare un posto sul gradino più alto del podio in gara1 è stato Palego, seguito da Palummieri e Detoffol, mentre in gara2 Detoffol ha e Palummieri si sono scambiati le posizioni sul podio.



GARA-1: LA PIOGGIA E LA SAFETY CAR CONDIZIONANO IL FINALE


FX2000 - Allo start, Pellegrini ha mantenuto il comando delle operazioni, con Furtbauer alle sue spalle che si è intraversato alla Prima Variante decollando pericolosamente sui cordoli. Alle sue spalle, Simonazzi ha tenuto a bada dapprima Cimarelli e poi Zeller, con il campione in carica Dino Rasero in rimonta fino alla quinta posizione. Un’uscita di pista da parte di Luderer alla Seconda Variante ha reso necessario l’intervento della Safety Car, mentre un nuovo contatto tra Minelli e Tamburini ha poco dopo prolungato il periodo di neutralizzazione.


Le ultime fasi hanno quindi visto Pellegrini gestire il ritorno degli avversari, con l’arrivo della pioggia ed una carambola con cinque vetture che hanno reso necessaria l’esposizione della bandiera rossa ad un giro dal termine. Alle spalle di Pellegrini ha chiuso l’arrembante Papaleo, scattato dalla tredicesima fila. Terzo gradino del podio e vittoria nella serie Drexler per Sandro Zeller, il quale ha preceduto Simonazzi, Benalli e Cimarelli.


FX2- Grazie al settimo posto assoluto, Liotti ha conquistato la classifica nella FX2, precedendo Solfaroli su Dallara F308 e le Formula Renault di Palego e Stefano Palummieri, quest ultimo autore di una peretoria rimonta dalla casella di partenza n.18. Qualifiche purtroppo condizionate dalla pioggia battente e dal susseguirsi di safety car e full course yellow.



GARA-2: CHE EMOZIONI TRA PELLEGRINI E SIMONAZZI


FX2000 -Al via Pellegrini ha conservato la leadership, anche se alle sue spalle un contatto alla Roggia tra Rasero e Giordano ha reso subito necessario l’intervento della Safety Car. Durante la fase di neutralizzazione, un repentino rallentamento nel gruppo ha causato un violento contatto tra Zeller e Masci, con quest’ultimo letteralmente decollato sulle ruote dello svizzero. Al restart, Pellegrini ha dovuto fare i conti con l’aggressivo Simonazzi, il quale ha dato vita con lo stesso pilota veronese ad un’entusiasmante bagarre: i due si sono scambiati più volte la prima posizione, anche se alla fine è stato proprio il portacolori HT Powertrain ad avere la meglio, bissando il successo del giorno precedente.


FX2- Bella gara in rimonta per Salvatore Liotti che, dopo un testacoda iniziale, è riuscito ad aggiudicarsi un nuovo successo nella FX2 davanti a Solfaroli e Palego, con De Toffol, Palummieri e Roccadelli alle loro spalle.


Gara tutta in rimonta anche per Stefano Palummeri, il portacolori della scuderia torinese PLMRACING, che a causa di una manovra di disturbo di Roccadelli al fondo del rettilineo principale è costretto ad un'escursione sull erba bagnata e conseguente testacoda. Ripartito dal fondo dello scheramento è riuscito a risalire fino al 5° posto assoluto della FX2 e 4° della graduatoria FX2 Open. Rimonta emozionante che si è conclusa con un doppio sorpasso all'ingresso della parabolica ai danni dello stesso Roccadelli e di Berta. Palummieri Stefano sigla infatti il miglior giro di 1:53.726 della classica Formula Renault 2.0.



La Formula Renault 2.0 di Stefano Palummieri nella FX2 a Monza



Il prossimo appuntamento della TopJet FX2000 Formula Trophy andrà in scena nel secondo ACI Racing Weekend stagionale, in programma sull’autodromo di Vallelunga il 12-13 Giugno.






2 visualizzazioni

By Marco Privitera -

1 Dicembre 2020



Autodromo Umbria Magione Formula X Italian Series Motorsport Italia ACI CSAI

Grande spettacolo sul circuito ‘Marco Simoncelli’ per l’ultimo atto stagionale delle categorie FX Open, FX2, FX3, Trofeo Predator’s e ATCC



Il week-end conclusivo della scoppiettante stagione 2020 della FormulaXItalianSeries non ha tradito le attese. Sul Misano World Circuit una serie di gare ricche di adrenalina hanno entusiasmato gli appassionati, grazie alla diretta televisiva su MS Motor TV e al live streaming andato in onda sui canali Social del campionato. Nell’ambito del fine settimana agonistico organizzato dal Gruppo PeroniRace, gli ultimi titoli in palio della serie tricolore ASI sono stati assegnati sul circuito romagnolo, chiudendo nel migliore dei modi un’annata che ha visto il campionato organizzato da Luca Panizzi andare in scena sui principali autodromi italiani.


Ad essere incoronati nel round di chiusura sono stati Marco Minelli nella FX Open, Federico Albanese nella FX2 e Edoardo D’Amicis nel Trofeo Predator’s. Per quanto riguarda le altre categorie, i verdetti erano già arrivati in occasione del precedente appuntamento al Mugello, con Daniele Tarani al top nella FX3, il duo Bolzoni-Marchesini e quello formato da Ivan e Pietro Fabris protagonisti nelle due divisioni della FX ATCC e Massimo Galli campione assoluto della Formula Class Junior Italia.


FX Open/FX2. Fine settimana trionfale per Marco Minelli, il quale conquista entrambe le gare ed il titolo assoluto nella categoria FX Open. Il portacolori del team AM Sport System si è distinto già a partire dalle qualifiche, conquistando la pole di classe e la quarta piazza assoluta sulla griglia di partenza, completata anche dai protagonisti del campionato Topjet F2000 Italian Trophy. Minelli ha inoltre conquistato anche un doppio piazzamento a podio nella classifica assoluta, terminando le due gare rispettivamente in terza e seconda posizione al volante della sua Dallara F312. Alle sue spalle hanno chiuso Francesco Solfaroli e Giovanni Giordano, mentre ad aggiudicarsi il titolo di vice-campione 2020 è stato Salvatore Liotti.


Sfida tiratissima e ricca di emozioni nella FX2, con tre contendenti ancora in lizza per il titolo alla vigilia del round di Misano. A spuntarla è stato Federico Albanese (G-Motorsport) il quale, grazie ad un doppio secondo posto, è riuscito a contenere gli attacchi del giovane Matteo Roccadelli. Quest’ultimo si è messo in grande evidenza sulla sua Formula Renault anche nella classifica assoluta, cogliendo un secondo ed un terzo posto finale nelle due manche alle spalle dei vincitori Cimarelli e Longhi. Il terzo gradino del podio è stato conquistato da Marco De Toffol e Carlo Tamburini.


Nelle singole classi, sul trono stagionale della F2000 è salito Andrea Masci (Ruote Scoperte Motorsport), al quale è bastato un doppio piazzamento sul podio per assicurarsi il titolo davanti a Matteo Roccadelli, Saul Gorlato e Fabio Turchetto. La classe B ha invece registrato il dominio di Albanese (già laureatosi campione al Mugello) davanti alla Predator’s PC015-Y di Corrado Cusi in gara-1 e alla Formula 4 di Tamburini in gara-2.


FX3 e TROFEO PREDATOR’S. Nonostante una parte dei titoli fossero già stati assegnati nel precedente round del Mugello, i campionati Predator’s non hanno mancato di riservare grande bagarre e griglie affollate anche sul circuito romagnolo. La categoria FX3 ha visto in gara-1 il primo successo stagionale del giovane irlandese Lyle Schofield, abile a precedere sul bagnato Francesco Atzori e il poleman Davide Critelli. Nella seconda manche a salire in cattedra è stato invece il neo-campione 2020 Daniele Tarani, il quale ha avuto la meglio nei confronti di Andrea Bodellini e di Critelli, con Alberto Naska immediatamente ai piedi del podio. Per quanto riguarda il trofeo AM riservato alla PC015 a conquistare il titolo è stato Devis Padovan (Harp Racing) grazie anche al successo colto nella prima manche, mentre nella seconda Bodellini ha preceduto Lovati e lo stesso Padovan.


Il Trofeo Predator’s ha registrato l’epilogo della stagione 2020 incoronando Edoardo D’Amicis quale nuovo vincitore. Il portacolori del team Derva Corse ha suggellato un’annata da protagonista con il doppio successo colto a Misano, precedendo nelle due manche Antonio Faragasso e Andrea Zaniboni, con Tommaso Lovati che si è invece aggiudicato il titolo AM.


ATCC. Grandi emozioni anche nella categoria Turismo, con un ricco e variegato parterre di vetture presenti al via anche nell’ultimo appuntamento stagionale. I successi nella graduatoria assoluta sono andati a Silvano Bolzoni (Seat Cupra Leon) nella prima manche e a Massimo Arduini (Peugeot 308) nella seconda, con la piazza d’onore invece andata ai rispettivi compagni di squadra Andrea Marchesini e Giuseppe Bodega. Il duo del team Bolza Corse ha potuto così impreziosire il titolo della Prima Divisione, già aritmeticamente conquistato al Mugello. Sul terzo gradino del podio sono invece saliti Andrea Dalla Bona (Alfa Romeo 147 Cup) e Francesco Malvestiti (Mitjet 2.0). Successi di classe anche per Francesco Palmisano, Lorenzo Paoloni e Mauro Trentin.


Nella Seconda Divisione, Pietro Fabris (già campione 2020 insieme al figlio Ivan) ha conquistato gara-1 davanti alle altre Clio di Zoran Poglajen e Miha Primozic (Lema Racing), mentre la seconda manche ha registrato il successo dello sloveno Sandi Jeram davanti a Stefano Fantesini e Poglajen. Le altre vittorie di classe hanno invece visto come protagonisti Mario Giannetta, Alfredo Pellegrini, Maurizio Fumi e Vittorio Zazza.


Luca Panizzi (organizzatore FormulaXItalianSeries):“Siamo giunti all’epilogo di una stagione impegnativa ma comunque ricca di grandi soddisfazioni. Nonostante tutte le difficoltà generate dalla pandemia, abbiamo registrato ottimi numeri e grande entusiasmo in tutte le tappe del campionato, portando i nostri piloti a gareggiare sui più prestigiosi autodromi italiani ed in contesti agonistici di alto livello. Questo ci consente di guardare al futuro con grande ottimismo e fiducia: stiamo già lavorando in vista della prossima stagione e le novità non mancheranno. Desidero ringraziare tutti i team e i piloti per lo spettacolo che ci hanno regalato in pista, insieme ad ASI, ACI Sport e gli autodromi che ci hanno ospitato nel corso dell’anno. Un grazie anche ai nostri partner tecnici Yokohama Italia, Macauto, OMP e agli sponsor Moret, Sarp, Goodmood, Profilumbra, Energetica e Carr Auto”.





Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile visitare il sito web  www.formulaxitalianseries.it o contattare il seguente indirizzo e-mail:  informazioni@formulaxitalianseries.it





5 visualizzazioni

By Marco Privitera -

27 Novembre 2020



Autodromo Umbria Magione Formula X Italian Series Motorsport Italia ACI CSAI

Sul circuito intitolato a Marco Simoncelli in pista le categorie FX Open/FX2, FX3, Trofeo Predator’s e ATCC. Diretta televisiva su MS Motor TV e streaming sui canali Social del campionato



La spettacolare stagione 2020 della FormulaXItalianSeries è pronta per recitare l’ultimo atto sul palcoscenico del Misano World Circuit. Dopo sei round ricchi di emozioni, sarà il tracciato romagnolo a decretare gli ultimi vincitori dell’anno, assegnando al contempo anche i titoli ancora in palio. La serie tricolore ASI sarà presente all’interno del prestigioso contesto agonistico organizzato dal Gruppo Peroni Race, per un fine settimana che promette scintille ed un ricco piatto di appuntamenti tutti da vivere in diretta. Anche in questa occasione, infatti, le gare del campionato saranno trasmesse da MS Motor TV (canale 228 Sky), mentre non mancherà anche il live streaming sui Social della FormulaXItalianSeries.


Ma andiamo ad analizzare la situazione in classifica ed i protagonisti al via dell’appuntamento conclusivo della stagione 2020:


FX Open/FX2. Dopo l’emozionante sfida andata in scena nel Tempio della Velocità di Monza, le monoposto della serie regina tornano in azione per il round finale, in una ricca griglia di partenza che vedrà al via anche i protagonisti della Topjet F2000 Italian Trophy. Marco Minelli è ormai ad un passo dalla conquista del titolo assoluto nella FX Open, anche se a Misano nella sua rincorsa verso il gradino più alto del podio dovrà fare i conti con la concorrenza di Franco Cimarelli (già vincitore in gara-2 a Monza), Giovanni Giordano, Salvatore Marinaro e Francesco Solfaroli.


Tutto da seguire l’adrenalinico rush finale nella FX2, con i giochi per il titolo ancora aperti sia nella classifica assoluta che nelle singole classi. Il leader Federico Albanese (G_Motorsport) sarà chiamato a gestire con la sua Formula 4 il gap nei confronti degli agguerriti Stefano Palummieri e Matteo Roccadelli, entrambi a bordo di una Formula Renault ed ancora in lizza per il titolo assoluto. Nella classe F2000, Andrea Masci (Ruote Scoperte Motorsport) si presenta a Misano nelle vesti di leader della graduatoria, ma chiamato a dover rintuzzare gli attacchi del giovane Roccadelli, in grande evidenza nella seconda parte del campionato. Ai nastri di partenza da segnalare, oltre al già citato Palummieri, anche la presenza di Fabio Turchetto, Saul Gorlato, Marco De Toffol e Giancarlo De Virgilis, oltre ai debutti dei giovani Carlo Tamburini e Jenni Sonzogni, già protagonisti quest’anno al volante delle Predator’s. La classe B, con Albanese ormai già vincitore, vedrà il confronto tra lo stesso portacolori del G_Motorsport e le Predator’s di Corrado Cusi, Paolo Marcon e Maurizio Giberti, oltre a Alessandro e Massimiliano Fabbri (Not Only Motorsport), il giovane Mei Shibi (F.Bmw) e Marco Rinaldi.


FX3 e TROFEO PREDATOR’S. Lo splendido confronto andato in scena al Mugello ha regalato l’aritmetica certezza del titolo a Daniele Tarani, il quale punta a chiudere in bellezza la propria trionfale stagione al volante della Predator’s PC015. A dargli del filo da torcere ci penserà sicuramente Francesco Atzori, senza dimenticare anche Lyle Schofield e Davide Critelli, voglioso di riscatto dopo la prematura uscita di scena in terra toscana. Pronti ad inserirsi nella lotta al vertice anche Lorenzo Bruni, Rodolfo Massaro e Cosimo Antoniello, mentre tra coloro pronti a contendersi il trono nella classe AM ci sono Devis Padovan, Andrea Bodellini, Michele De Matteis, Gabriele Bini e Hannes Menegus.


Solo pochi punti separano Edoardo D’Amicis dalla conquista del titolo nella categoria riservata alle PC010, con Tommaso Lovati pronto a sferrare l’ultimo attacco nei confronti del pilota Derva Corse. In pista per l’ultimo atto stagionale anche Matteo Zaniboni, Antonio Faragasso e il debuttante Simone Lamanna.


ATCC. Con i titoli assoluti delle due divisioni già assegnati, la bagarre si preannuncia comunque entusiasmante nella categoria Turismo, grazie alla presenza di ben 26 vetture sulla griglia di partenza. Il duo formato da Silvano Bolzoni e Andrea Marchesini punta a chiudere in bellezza la propria stagione nella Prima Divisione, dovendosela vedere con la Peugeot 308 di Arduini-Bodega e la Cupra Leon di Giacomo Ghermandi. Da segnalare il gradito rientro in pista di Sergio Galbusera (Lotus Elise), oltre alle conferme di Francesco Palmisano (Seat Leon), Mauro Trentin (Leon Supercopa), Lorenzo Paoloni (Fiat X 1/9) e Roberto Agostini (Bmw M3 E46), insieme al debutto di Andrea Dalla Bona su Alfa Romeo 147 Cup.


Nella Seconda Divisione, l’equipaggio formato da Ivan e Pietro Fabris (Clio Cup) punta ad onorare nel migliore dei modi il titolo conquistato al Mugello, dovendosela vedere con una schiera di avversari assai competitivi: tra di essi i portacolori del Lema Racing, Sandi Jeram, Miha Primozic e Zoran Poglajen, le Peugeot 106 di Mario Giannetta e Maurizio Fumi e le Mitjet affidate a Vittorio Zadotti, Roberto Benedetti e Francesco Malvestiti. A completare la griglia anche le Clio Cup di Stefano Fantesini e Ivan Pozzetto, la Twingo Cup di Vittorio Zazza, la Bmw M3 E46 di Alfredo Pellegrino e il duo Benusiglio-Cantù su Alfa Romeo GTV.


Il programma del fine settimana vedrà nella giornata di Sabato 28 Novembre lo svolgimento delle varie sessioni di qualifica, mentre l’indomani avranno luogo le gare: il via alle 9:35 con la FX Open/FX2, mentre a chiudere la stagione in pista della FX ItalianSeries sarà la seconda manche della FX3, che scatterà alle ore 15:15. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta su MS Motor TV (canale 228 Sky), sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della FormulaXItalianSeries.




Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile visitare il sito web  www.formulaxitalianseries.it o contattare il seguente indirizzo e-mail:  informazioni@formulaxitalianseries.it





11 visualizzazioni